CERASUOLO DI VITTORIA

CERASUOLO DI VITTORIA

Il “Cerasuolo di Vittoria” è uno dei vini più importanti della Sicilia sud-orientale. La tipologia attuale nasce nel 1606, quando fu fondata la città di Vittoria; in quell’anno infatti la sua fondatrice, Vittoria Colonna Henriquez, regalò ai primi 75 coloni un ettaro di terreno, a condizione che ne coltivassero un’altro a vigneto. La produzione di questo vino nel corso degli anni si è poi incrementata sempre più, fino a subire una forte battuta d’arresto verso la fine dell’ottocento, in seguito allo scoppio dell’epidemia della Fillossera, che portò alla distruzione di molti vigneti. Tale crisi fu superata agli inizi del XX secolo grazie alla tecnica dell’innesto su vite americana. La crisi economica conseguente alla Fillossera e la guerra commerciale con la Francia segnarono il declino della produzione dei vini ad alta gradazione ed ad intenso colore, che venivano esportati in Francia come vini da taglio, ed aumentò la produzione dei vini da pasto a più moderato tenore alcolico, profumati e freschi, antesignani degli attuali vini DOCG “Cerasuolo di Vittoria”. Grazie all’intraprendenza dei nuovi imprenditori la viticoltura riprese lentamente la posizione di primaria importanza che aveva avuto nel corso dei secoli, fino ad arrivare ad oggi. Questa evoluzione positiva è sancita dal passaggio dei vini “Cerasuolo di Vittoria” da DOC (1973) a DOCG avvenuto nel 2005.

Cerasuolo di Vittoria
Dettagli
Stato Italia Italia
Resa (uva/ettaro) 8,0 t
Resa massima dell’uva 65,0%
Titolo alcolometrico
naturale dell’uva
12,5%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
13,0%
Estratto secco
netto minimo
27,0‰
Riconoscimento
Tipo DOCG
Istituito con
decreto del
30/11/2011  
Vitigni con cui è consentito produrlo
*Nero d’Avola: dal 50% al 70%
  • Frappato: dal 30% al 50%

wordpress theme by initheme.com

© Discovery Montalbano 2017. All Rights Reserved

Translate »