IADDUZZI

IADDUZZI

I iadduzzi” sono biscotti molto particolari e rientrano nel patrimonio gastronomico di Scicli. Secondo la tradizione venivano preparati e consumati durante il periodo natalizio, ma oggi é possibile trovarli tutto l’anno in alcune pasticcerie della città. La forma piú comune nella quale vengono confezionati é quella a “S”, ma si possono trovare anche a forma di “X”. Queste lettere non sono casuali ma fanno riferimento alla devozione che aveva chi li preparava; poiché la “S” sta per Sotèr, ossia Salvatore, mentre la “X” sta per Cristo. Utilizzandole in alternanza si ottiene così “Cristo il Salvatore”, che spiegherebbe anche il nome iadduzzu, ovvero galletto, dato al dolce. Secondo la tradizione cristiana infatti, il gallo rappresenta il simbolo che annuncia il cambiamento dei tempi, e quindi la venuta del Salvatore. Data la loro particolare forma, ricoperti di glassa bianca e spennellati di rosso non potrete non riconoscerli entrando in una delle antiche pasticcerie sciclitane. Gli ingredienti necessari per prepararli sono:
– acqua q.b.;
– 1 KG di farina di semola;
– 3 uova;
– 200 GR di zucchero;
– 200 GR di strutto;
– 1 KG di miele di carrubo;
– 400 GR di farina di semola;
– 2 arance grattugiate;
– colorante rosso.

wordpress theme by initheme.com

© Discovery Montalbano 2017. All Rights Reserved

Translate »