TESTA DI TURCO

TESTA DI TURCO

La testa di turco, o in dialetto “testi i turcu”, è un particolare tipo di dolce che viene prodotto a Scicli per i festeggiamenti in onore della Madonna delle Milizie, patrona della città. La nascita di questo dolce si ispira alla battaglia del 1091 tra Normanni e Saraceni, avvenuta nella piana che dà sul mare di Donnalucata (borgata marinara di Scicli), detta piana dei Milici. Secondo la leggenda, proprio quando la battaglia sembrava ormai persa per gli Sciclitani accadde l’inaspettato: nel cielo una scia luminosa si fece breccia ed apparve la Madonna dei Milici, detta poi delle Milizie, che in sella ad un cavallo bianco e con la spada nella mano destra mozzò le teste degli invasori Saraceni, facendo volgere la vittoria in favore degli Sciclitani. La piana dei Milici si riempì così di teste nemiche e gli Sciclitani, per ricordare la vittoria, decisero di festeggiare mangiando un dolce, che ironia della sorte, fu realizzato grazie alle pratiche dolciarie che gli arabi avevano introdotto durante la loro dominazione. La testa di turco è infatti un bignè che si presenta sotto forma di turbante arabo, ripieno di crema pasticcera o di ricotta vaccina dolce (ultimamente anche in altri gusti), consumato ogni anno dopo la rievocazione teatrale della battaglia, rappresentata in piazza l’ultimo sabato del mese di maggio.

wordpress theme by initheme.com

© Discovery Montalbano 2017. All Rights Reserved

Translate »